gvSIG 2.1: da Excel a gvSIG

Durante l’ultimo Summer Google Code è stato sviluppato un nuovo plugin per gvSIG 2.1. Questo plugin permette di caricare i dati precedentemente salvati in formato Microsoft Excel.

Questo plug-in sarà incluso di default nella prossima generazione di gvSIG, ma è possibile testarlo fin da subito.

E’ possibile installare il plug-in attraverso il Gestore delle Estensioni selezionando l’opzione “Installazione standard”, che accede ai plug-in di base già inclusi nella distribuzione gvSIG; sia attraverso il “Installazione da URL”, accedendo anche ai plug-in disponibili sul repository remoto di gvSIG.
Possiamo anche installare alcun plug-in dalla opzione “Installazione da file”; questa opzione può essere molto utile per testare le estensioni che non sono né nella distribuzione standard né sul repository remoto.
Diamo uno sguardo rapido al video in cui si mostra come installare il plug-in di Excel, il file può essere scaricato da qui.

Una volta installato, è necessario riavviare gvSIG e verificare che l’aggiunta di una nuova tabella in formato Excel sia supportata.

Attraverso questo plug-in è possibile:

  • Caricare fogli di calcolo Excel come tabelle
  • Caricare fogli di calcolo Excel come layer

In gvSIG possiamo definire le seguenti proprietà del file Excel da aggiungere.

Le proprietà principali sono:

  • File: percorso del file
  • Locale: elenco a discesa per scegliere la configurazione che definisce il set di caratteri usati come separatori per migliaia e decimali.
  • Foglio da aggiungere: elenco a discesa per selezionare il file di Excel da caricare come tabella.
  • Usa prima riga come intestazione: Se questa opzione è attivata, la prima riga verrà usata per definire i nomi dei campi.
  • CRS: se il foglio di lavoro di Excel contiene dei campi coordinate, questo parametro consente di specificarne il sistema di riferimento.
  • Punti (X, Y, Z): campi che contenengono le coordinate. Nel caso in cui foglio Excel contenga coordinate, almeno i campi X e Y devono essere indicati.

Possiamo anche definire altre proprietà (nella scheda “Avanzate”) come, ad esempio, forzare il tipo di campo quando si carica la tabella. Nel manuale del plug-in si possono trovare delle informazioni più dettagliate.
Come detto, in gvSIG 2.1, è possibile aggiungere un foglio Excel e, in presenza di coordinate, lo possiamo aggiungere direttamente come layer.

Vediamo un esempio in cui si aggiunge un foglio di calcolo Excel come tabella contenente l’età media della popolazione africana. In questo esempio abbiamo specificato che la prima riga contiene i nomi dei campi.

Nel secondo esempio si vede come aggiungere un foglio di calcolo di Excel, che ha i campi con le coordinate, direttamente come un layer. In questo caso definiamo il CRS ed i nomi dei campi contenenti le coordinate x ed y, denominati “X” e “Y”.

This entry was posted in gvSIG Desktop, Italian and tagged , , . Bookmark the permalink.

One Response to gvSIG 2.1: da Excel a gvSIG

  1. Pingback: gvSIG 2.1: da Excel a gvSIG | Geo-How-To News

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s